LA CURA DELL’ INTESTINO

Che nell’intestino sia racchiuso il nostro cervello più primitivo è cosa nota e confermata da studi scientifici che definiscono il l sistema nervoso enterico, con la sua rete di circa 500 milioni di neuroni capace di attività neuronale, il secondo cervello.
In realtà esiste un vero e proprio asse pancia-testa, con il dominio della pancia: l’intestino può pensare, prendere decisioni, provare sensazioni in modo autonomo dal cervello, e qualunque emozione o stress coinvolga la nostra materia grigia agisce direttamente sulla salute e il benessere del “secondo cervello”, e viceversa.

In altre parole, tutti gli eventi della nostra vita vengono elaborati ad entrambi i livelli, si tratti di gioia e emozioni positive (le sue cellule producono il 95% della serotonina, il neurotrasmettitore del benessere) o, come è più comune e facile da riconoscere di stress, paura, disagio.
Studi clinici affermano che c’è una diretta correlazione tra disagi psicologici e disturbi intestinali. Per fare qualche esempio e fornire dei numeri più del 60% dei pazienti con colite portatori di un disturbo psicologico siano affetti da Disturbo d’Ansia Generalizzata, un 20% da depressione e il resto da altri disturbi meno frequenti, ma non per questo meno “invalidanti” o significativi.
Non stiamo bene nella testa, non riusciamo a gestire le emozioni negative di una vita che diventa ogni giorno più frenetica e complessa, e come conseguenza il nostro intestino si ammala. Compaiono disturbi, da lievi a più importanti, come gonfiori, irritabilità, coliche, stipsi, diarrea, che non solo sono fastidiosi ma impattano il nostro stile e la qualità della vita.

Diversamente dai contenuti del cervello però su quelli dell’intestino si può lavorare e cercare, attraverso buone pratiche, alimentazione corretta e uno stile di vita sano di coccolarlo e farlo stare meglio.

Come fare?

Una buona pratica che dà risultati e sollievo è lo yoga che attraverso la “SHANK PRAKSHALANA“ cioè “PULIZIA DELLA CONCHIGLIA” ottiene in modo molto meno invasivo gli stessi effetti benefici dell’idro colon terapia
Si tratta di una norma igienica stagionale, praticata sistematicamente con la finalità di ripulire anche i meandri più contorti del colon (CONCHIGLIA), facendo scorrere al suo interno dell’acqua tiepida e salata in grado di scrostare anche i residui più resistenti e sedimentati nelle pareti intestinali.

Come funziona?

L’ingerimento viene accompagnato da alcuni semplici movimenti yoga che, eseguiti in corretta successione, guidano e provocano lo scorrimento dell’acqua, che essendo salata non viene subito assorbita, facendola passare dalle valvole dello stomaco a tutti i settori dell’intestino fino al colon e al retto, dal quale viene normalmente espulsa fino a diventare trasparente e pulita.

La pratica è facile e assolutamente indolore, anzi, si tratta di un’ottima e tonificante ginnastica composta da una sequenza di 5 movimenti.
Chi ha inizialmente sperimentato questa pratica sotto la guida di insegnanti esperti, ha potuto poi proseguire individualmente e autonomamente facendola diventare una “sana abitudine” che garantisce salute e benessere alla persona in modo naturale e poco invasivo.